Sono Marianna,

di origini Pugliesi, cresciuta nella splendida Bologna, organizzo viaggi ed eventi ovunque il cliente lo richieda. Da qualche anno vivo a Santa Margherita Ligure, la base dalla quale mi sposto ogni volta che si presenta l’occasione. Inutile dire quanto io ami viaggiare e decisamente tutto questo movimento mi ha resa una persona dinamica e con la voglia di scoprire il mondo sin da bambina.

Grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni, lavorando da sempre nel campo del turismo, variando da agenzie viaggi e piccoli tour operator fino a hotel e navi da crociera, oggi posso definirmi una travel designer.

 

Nel 2017 nasce Tangaroa Viaggi e decido di specializzarmi sempre di più su viaggi di nozze ed itinerari tailor made, se possibile fuori dagli schemi. 

Le richieste che ho amato di più? I corsi di yoga a Bali, la Nuova Zelanda in minivan, le esperienze solidali in Bolivia, il glamping in Namibia e l’incontro con lo squalo bianco in Australia!

Nel corso della mia esperienza da viaggiatrice ho avuto modo di incontrare tantissime persone di paesi ed etnie diversi, che mi hanno lasciato un bagaglio culturale di cui vado molto fiera. Tutta questa bellezza però non mi bastava così, unendo le mie competenze organizzative al mio lato creativo, ho potuto iniziare un nuovo capitolo della mia vita trasformando nuovamente una passione nel mio lavoro, la wedding planner, arricchendo ulteriormente la mia attività.

Travel Designer e Wedding Planner, potrebbero sembrare due professioni apparentemente distanti, ma in realtà hanno tanto in comune, come la ricerca delle cose belle e la cura del dettaglio, lo spirito organizzativo e il problem solving. Amo il mio lavoro perché mi occupo di emozioni, di eventi e viaggi che rimarranno unici nella vostra vita e per questo avrò cura del vostro sogno come se fosse il mio.

Ero in macchina in uno dei mille viaggi di ritorno da Bologna e avevo ormai deciso che di lì a poco avrei aperto la mia attività. Il locale lo avevo già trovato, mi serviva solo un nome accompagnato da un logo, così ho pensato di cercare qualcosa di insolito, che appartenesse ad una divinità lontana di una qualche cultura che avevo avuto modo di conoscere nel mio giro del mondo e così scelgo la Polinesia, sogno indiscusso di tutti i viaggiatori. Ho studiato tutte le divinità della cultura locale cercando un nome che mi suonasse bene e che avesse soprattutto un vero significato per quello che avrebbe poi rappresentato per me. Eccolo lì Tangaroa, quasi alla fine dell’alfabeto quando ormai stavo perdendo le speranze, mi si presenta il Dio del mare protettore dei viaggi. Era perfetto!

Tangaroa è il dio del mare che separò il cielo dalla terra, uno dei figli della dea della terra Papa che avendo, un giorno, il ventre gonfio d’acqua, scoppiò facendo fuoriuscire gli oceani. Viene rappresentato come un enorme pesce generatore di tutte le creature marine comprese le mitiche sirene ed i tritoni. In alcuni miti si dice che generò anche l’uomo che all’inizio viveva in acqua e questo si poteva evincere dalla scarsità di peli e capelli rispetto altri animali terrestri. Regolarmente si trasforma in una lucertola verde portando la bella stagione. Necessita solo di un respiro al giorno causando l’alternarsi delle maree. Tangaroa, fratello di Rongo, è considerato (come anche Maui, il pescatore di isole) l’inventore delle barche a vela. A Tahuata (Isole Marchesi) è conosciuto con il nome di Tanaoa, a Tonga come Tangaloa, alle Samoa come Tagaloa. Alcuni marinai polinesiani e micronesiani tengono segretamente un pezzetto di corallo cervello nel fondo della loro barca, sotto il sedile, a rappresentazione del dio del mare e per invocare il suo aiuto e protezione durante i viaggi.”

Pensa, credi, sogna e osa -
Walt Disney

Perché affidarsi a me?

Perché sono sempre a vostra
disposizione: prima, durante e dopo.

Perché questo lavoro per me
è passione e dedizione.

Perché pianifico il viaggio
come se fosse il mio.

Perché quello che mi emoziona
di più, è il cliente soddisfatto.

Perché siete tutelati dal fondo
di garanzia e dalla rc professionale.

Perché ho girato il mondo e non vedo l’ora di farvelo scoprire!

error: Questo contenuto è protetto!